Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Il giorno della memoria

Sociale

Elisa Mascia

Poesia pubblicata il 26/01/2020 | 178 letture

Come si può dimenticare
gli occhioni sgranati e profondi
che hanno avuto riflesso odio dal mondo,
sono andati senza più tornare.

Bambini e adulti insieme a donne,
uomini dagli sguardi persi,
dalle coscienze fin troppo terse,
offrire un duro biscottino, le nonne

che s’improvvisavano tali fra tanti
per donare anche solo un sorriso,
che s’ accenda almeno su quei visi,
conoscono luccichio del pianto.

Far memoria noi dell’immaginabile
che, nella mente, dagli scritti si forma,
si distrugge per l’ obbrobrio e poi torna
come scena dove si è consumato l’ inimmaginabile.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Elisa Mascia >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Elisa Mascia

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

132 poesie:



La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: