Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




A chimica e le scie chimiche

Dialettali

Giuseppe Mauro Maschiella

Poesia pubblicata il 20/06/2019 | 73 letture

A prima causa,
contro ‘na casa farmaceutica,
a fece, ner
passato remoto,
‘n certo Ginetto
cognome ignoto,
e te pareva
che nun la perdeva!
Er dottore je dette
‘na scatola de pasticchette,
pe’ fà passà er mar de
testa a la moje e faje
venì a voja!
Ginetto prima
d’annà a letto,
se prese ‘na
pasticchetta pure
lui, pe’ esse
sicuro de’ l’effetto.

Er risurtato fù che
a tutt’e due
sotto ar lenzolo,
je prese ‘na
gran voja de’ cetriolo!
Anvedi, dov’era
arrrivata a
chimica già allora!
Ner dispositivo
de’ la sentenza
er giudice l’accusò
de’ gnoranza!
Disse che Ginetto,
ner prende robba
pe’ donna, s’era
sbajato da solo.
Però a chimica
je causò er desiderio
der cetriolo chiapparolo!
Sentenza ingiusta...
resta er fatto
che nessuno
je l’aveva detto.

Oggi andò semo arrivati!
Cominceno co’ lì vaccini
pe’ li bambini... Poi
te fanno crede
che ‘na pillola è bona
pe’ tutte e cure:
nevrargia, pacia,
umore, dolore,
cicro, tricicro,
pressione, passione,
mar de’ denti...
je pijasse ‘n corbo
a tutti quanti!
Chesta è a crescita
de’ a lobbi
sanitaria farmaceutica
a causa de’ li cojoni
che, compreno farmaci
come pecoroni.
Ne’ a natura
ce stà tutto pe’
quarsiasi cura:
erbe, piante, e
pure foje d’alloro!
A lì mortacci loro!

Ma nun è finita quà!
Pe’ fatte crepà
cianno er sistema harp
pe’ a siccità,
pe’ li terremoti
e l’alluvioni,
l’arterazione de
a Monsanto sui cibi
che devi magnà,
le scie chimiche da respirà!
E tu, grosso pecorone,
che dai retta ar
mostro de’ Firenze,
che nega le scie chimiche
e le evidenze,
se nun te sveji
a la sverta...
te fanno tornà
co’ a chimica,
all’era neolitica
‘n’artra vorta!
E nun è escruso,
che da pecora
su du’ gambe,
te trasformeno
in ‘na scimmia
su quattro zampe
che ne’ a savana,
s’arrampeca su
l’arberi e se
magna a banana.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giuseppe Mauro MaschiellaPrecedente di Giuseppe Mauro Maschiella >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Giuseppe Mauro Maschiella

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

32 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giuseppe Mauro Maschiella Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: