Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Sensibilità

Introspezione

Giuseppe Mauro Maschiella

Poesia pubblicata il 16/04/2019 | 109 letture

Nelle mie notti insonni
accendo i miei sogni.
Cerca la pace il mio cuore,
nello stretto spazio che
divide il bene dal male,
penso nell’oscuro
alla vita che,
come in bilico su un muro,
cerca l’equilibrio
sull’orlo del vuoto.
Una vita strana la mia,
che sa ancora emozionarsi,
che scende nel profondo,
che sa ancora piangere e stupirsi,
che mi ha spezzato il cuore
ma non mi ha tolto l’amore.

Mi chiedo se l’essere sensibili
sia un dono o una condanna,
se ogni pena sofferta
vedrà prima o poi
una luce diversa.
Che piangi mio cuore
nato con me e destinato a soffrire?
Che scalpiti invano
mio cuore umiliato,
deriso, calpestato,
se poi vinci lo strazio
senza un lamento,
sconfiggi l’inganno
nell’amaro tormento?
Tutto profuma di miseria
ed orrore nel mondo,
fino al sospiro
che incoraggia le lacrime
al pianto che viaggia contro il tempo
e smarrisce la meta,
mentre dolorosi ricordi
hanno perso la data.

Fuori la notte spegne le stelle,
albeggia ed io vedo
montagne superbe,
ma anche strade sterrate
che alzano polvere
in questa valle perduta,
ascolto il mormorio del vento
sull’albero delicato e
fragile dell’umile,
solo silenzio intorno.
Svegliati sensibilità!
Dimentica ieri
è avanti che l’orologio
compie i suoi giri!
Dovrai volare in alto
per cambiare il mondo,
è in alto che
inizia un nuovo giorno.

Nota dell'autore:

«La sensibilità oggi, sembra essere diventata superflua in un mondo che si disinteressa di fini e di valori. Ma è la porta che si apre davanti allo spettacolo incantevole del mondo ed alle sue sciagure. La persona sensibile soffre più delle altre per gli orrori e possiede, una visione del reale più profonda, tutto il suo essere è spalancato sul mistero della vita.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giuseppe Mauro MaschiellaPrecedente di Giuseppe Mauro Maschiella >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Giuseppe Mauro Maschiella

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

22 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giuseppe Mauro Maschiella Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: