Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




La primavera, poi l’autunno

Natura

Giuseppe Mauro Maschiella

Poesia pubblicata il 24/03/2019 | 389 letture

Ero un bambino nato
in primavera.
Primavera! Dell’anno
e della vita più bel fiore,
e nel cuor fanciullo un
senso di eterno e di amore.
Sei il segnale che il
via dà alla speranza
ed alle emozioni,
riaccendi sospiri
e desideri, regali
sorrisi e nuove illusioni
ai sogni di giovani
donne che fremono
per nuovi amori,
riempi i prati
di nuovi colori.

Primavera è fatta
di tiepido sole,
di fresche viole,
di primule rosse,
di battiti d’ali,
di nidi, di gridi.
Alle selve, alle
foglie dei boschi
è dolce primavera.
Gli arbusti risuonano
del canto degli uccelli,
al nuovo sole si
affidano i germogli.
Esplosione dei colori
dei fiori sei tu primavera,
e i peschi e i meli tutti
fior bianchi e vermigli,
e fiori gialli e turchini
nei prati, e un’aura dolce
muove quei fiori e gli odori.

Nelle stagioni della vita
sempre ti ho atteso con gioia,
ma ora intravedo sullo sfondo
l’autunno che avanza,
foglie gialle e fiori
sconfitti dal vento
e non so quante volte ancora,
potrò ammirarti primavera.
Ma resta giovane il mio cuore,
finché mi giungerà il tuo tepore,
il profumo di un fiore.
Sono ancora un bambino
nato a primavera.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giuseppe Mauro MaschiellaPrecedente di Giuseppe Mauro Maschiella >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Giuseppe Mauro Maschiella

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

45 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giuseppe Mauro Maschiella Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: