Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




E se se cominciasse da la schiena

Dialettali

dionisio moretti

Poesia pubblicata il 10/01/2019 | 309 letture

Preso da un furore come mai,
je chiede: - E se partimo da la schiena
lì dove l’urtima vertebra se spiana
ma poi risale su verso... - ‘N gna fai!
‘N che senso? – chiede lui – che nun va bene
parti’ da quella culla che s’affonna
tra li glutei e poi risale la colonna
da facce du’ viaggi o magna’ er pane?
Ma lei, mentre solleva le lenzola,
se siede sul letto e fa: Tesoro,
nun è carino comincia’ ‘n lavoro
partendo in due e rimane’ da sola.
E’ un po’ come ‘nnà in un posto
a fasse ‘na cenetta co’ lo pesce:
paste, fritti, rane e mille cosce
e tu che me te sazi all’antipasto...
Sii leggero, tenta de volare,
leggi, fa li pensieri proibbiti,
comincia a leccatte ‘n po’ li diti
e poi potrai parti’ da do’ te pare.
Der resto, è inutile e lo sai,
che se ‘n t’affidi a la fantasia
è inutile che zzazzi, o curi via,
ce vole filing oppure... Nun c ‘a fai!

(traduzione)

Preso da un furore come mai,
le chiede: - E se partiamo dalla schiena,
lì dove l’ultima vertebra si spiana
ma poi risale su verso... - Non ce la fai!
In che senso? – chiede lui – che non va bene
partire dalla culla che s’affonda,
tra i glutei e poi risale la colonna
da farci due viaggi o mangiare il pane?
Ma lei, mentre solleva le lenzuola,
si siede sul letto e fa: Tesoro,
non è carino cominciare un lavoro
partendo in due e restare sola.
E’ un po’ come andare in un posto
a farsi una cenetta con il pesce:
paste, fritti, rane e mille cosce
e tu che mi ti sazi all’antipasto...
Sii leggero, tenta di volare,
leggi, pensa a qualche cosa "proibita",
comincia a leccarti un po’ le dita
e partirai da dove ti pare.
Del resto, è inutile e lo sai,
se non t’affidi alla fantasia
è inutile che cincischi, o corri via,
ci vuole feeling oppure... non gliela fai!
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di dionisio morettiPrecedente di dionisio moretti >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

dionisio moretti

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

28 poesie:



La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: