Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




La peppola

Uomini

Rosaria Catania

Poesia pubblicata il 08/10/2018 | 60 letture

Saran diavoli acrobatici
esaltano con il dolore
il lor bel canto

piccoli festosi uccellini
nella reti vanno a sbattere con le ali

rabbia e delusioni
in un venatorio massacro

crudeltà regalata
dell’orgoglio del cacciatore.

La sua bisaccia
porta con se la morte con il fucile

passandone dall’oblio
al sacrificio dell’impotente vita.

S’infrange l’angoscia
sulle piccole vite impaurite

un volo
uno sparo
e tutto intorno
si fa silenzio.

Quel mostro in sè porta male
al piccolo uccellino

incaprettato e cieco
con i suoi occhietti spenti
da una crudele mano.
Un mozzicone di sigaro fu la sua fine

Ne canta
fortemente il suo dolore.

in un inconsapevole melodia
per richiamar a se gli altri sventurati.

Saran fughe di proiettili
lanciati su polvere infetta
e su sangue innocente
cadranno con uno sbatter di ali al vento
uno dopo l’altro

dal fucile di quel cacciatore
onnipotente,
forte, bravo e sapiente

sarà un’elastico tirato e ben teso
prima o dopo
si spezzerà per colpir voi
con la stessa sorte

son cuori di pietra
s’afflosceranno alla pietà del perdono

deponete quei maledetti fucili
e fateli vivere
volare e cinguettar felici

Nota dell'autore:

«Non uccidete più»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Rosaria CataniaPrecedente di Rosaria Catania >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Rosaria Catania

Rosaria Catania

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

179 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Rosaria Catania Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: