Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Vacanza ad Aritzo

Vacanze

FrancescoCau 47

Poesia pubblicata il 20/01/2018 | 350 letture

Aritzo
e furono le tue
castagne e funghi e ricci.
Foglie bagnate.
Scivolate di bimbi
entusiasti di canti antichi.
E risate di gola, di petto, di cuore
con gran rispetto e furore.
Una radice scoperta.
La scivolata più forte
la mia risata più argentina.
Fra castani e attoniti,
biancospini il tuo sorriso di labbra carnose
per il calore di spose .
E furono ancora, nel muschio,
risate incoscienti
ed il fascino degli armenti .
Cadde la prima nebbia
e fu subito Autunno
Aritzo oramai era il suo turno.
Un trancio di castagnaccio al volo
profumo di cannella nell ‘aria .
E furon le tue braccia
possenti che non temono
burrasche e venti.
Un rientro dolce,
Aritzese tornando
al mio paese lontano dal mondo.
E fu Viver bellezza .
E in campidano fu subito brezza.
Non più tintinnio ...
di campanacci e umili armenti .
Di bicchieri di vino
fragor di silenzi... in me .
stupito, sorrido e non capisco .
E inizió freddo buio .
E fu, fu subito inverno .

Nota dell'autore:

«Aritzo un paese della Sardegna dove ci sono i castagneti,
meta di turisti estate e inverno per la sua caratteristica
delle case in montagna.
»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di FrancescoCau 47Precedente di FrancescoCau 47 >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

FrancescoCau 47

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

30 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

FrancescoCau 47 Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: