Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Sucidio al veleno

Morte

Maris

Poesia pubblicata il 29/08/2017 | 256 letture

Anima snervata, lacerata
come mercurio per
ogni dove.

Esaurimento del sostegno
fisico senza eccezioni,
no soste o rimozioni.

Polpacci vigorosi su
gambe pronte ma
nodo triste, privo di
nautico richiamo.

Percezione infrollata
al comando: GUARDA!
Non osservo.

Or ora

eccolo, il cecchino sul
becchino ialino che scava,
spara!
Mancato.
Chino, riecco scava con
nuda espressione in viso,
forse dolore?
Sicuro incolore.

Accasciata esistenza di
tappe in cammino,
prossima sensazione: avariata,
annata d'eccellenza!

Orbite vergognose, ghigni crudi e
ritmi sibillini ai dolci veleni,
arena, miele e
ingoio. T'aspetto.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di MarisPrecedente di Maris >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Maris

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: