Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




L'inaugurazione

Satira

gabriele vacca

Poesia pubblicata il 02/08/2017 | 608 letture

Allorché mi ricordo
della vicenda passata
sempre il labbro mi mordo
per la solenne abbuffata:
neppure fossi un ingordo
l'avrei tanto apprezzata
e imitando un balordo
passai quella serata.

Durante la passeggiata
noto sulla spianata
dell'edificio Comunale
qualcosa di anormale:
gente vestita a festa
e pure i vigili urbani
messi in alta uniforme:
"c'è qualcosa di strano"
penso, mentre si ferma
il tram numero sette.

Dopo l'indecisione
lo prendo quasi al volo
perché brusco si muove
e veloce riparte
richiudendo le porte:
e sferraglia pesante
sulla vecchia caserma
e prosegue distante.

Rileggendo il giornale
faccio quattro fermate
e l'annuncio evidente
mi risveglia la mente:
avvenimento importante
per l'inaugurazione
di mostra permanente
con la degustazione
di prodotti locali
per i partecipanti:
e tutti i convenuti
invitati e casuali
saranno i benvenuti
nei locali Comunali.

Scendo alla successiva
e col tram per il centro
subito indietro ritorno
al sito Comunale:
vedo le comitive
incamminarsi dentro
l'ingresso principale:
rapido seguo ed entro
mi sembra naturale
visitare il locale.

Sull'ingrasso abbellito
la gente fa già ressa
domandando permesso
per evitare la rissa:
così trovo l'accesso
nel locale imbandito.

Nell'enorme salone
un bancone ricolmo
di pastine alla crema
e dolci artigianali:
rognoncini salati
salsicce affumicate
e pancetta pepata:
con svariati salumi
e prosciutto e melone
e di bevande a fiumi.

Prendo un po' di coraggio
e faccio il primo assaggio:
bevo qualche bicchiere
per vincere il disagio
e faccio una mangiata
di salumi affettati
di pizzette al formaggio
di cannoli farciti
e di vini assortiti
aumentando il dosaggio.

Ora sorseggio adagio
mostrandomi un po' serio
come farebbe uno saggio:
e mi trovo un appoggio
per sentirmi in vantaggio:
ma dopo un'altra sorsata
ho sentito il presagio
dell'imminente sbronzata.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di gabriele vaccaPrecedente di gabriele vacca >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

gabriele vacca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

26 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

gabriele vacca Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: