Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




L’era digitale

Riflessioni

Michelangelo La Rocca

Poesia pubblicata il 03/12/2016 | 1118 letture

Corri povero uomo
a ritmo forsennato
mai come ora
da quando sei nato.
Con navi veloci
attraversi mari,
con supersonici aerei
sorvoli cieli e laghi.
La tua voce s’ode
a distanze siderali,
amici ed amori
ormai son digitali.
I battiti del cuore
hanno i suoni strani
di algidi clic
di computer lontani.
Dov’è l’amore?
C’è del sentimento?
Fermati uomo,
rifletti un momento!
Non ti emoziona
lo sbocciar di rosa,
né il volo di farfalla
che su di lei si posa.
Più non ti attira
dell’usignolo il canto,
un tempo non lontano
melodioso incanto.
Indifferente sei
al chiarore di luna,
in passato ispiratrice
di romantica fortuna.
Fermati uomo!
Sei ormai finito
nel cieco vicolo
dell’odio delirante,
causa di una tragedia
sempre più inquietante.
Non ascolti più
la voce del cuore,
hai ormai smarrito
la via dell’amore.
Ritorna alla partenza,
rifai il tuo cammino:
Sei ancora in tempo
per mutar destino!
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Michelangelo La RoccaPrecedente di Michelangelo La Rocca >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Michelangelo La Rocca

Michelangelo La Rocca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

59 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Michelangelo La Rocca Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: