Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Precarietà

Impressioni

valerio cecca

Poesia pubblicata il 30/08/2016 | 1622 letture

Che brava son stata
sono anni che provo
che cerco il sistema migliore
il massimo appoggio
sul piano orizzontale
la mano ferma non deve tremare
una fila sopra l'altra
prende forma il mio castello di carte
pronto a sfidare la sorte
giocando in faccia alla morte
ho sognato stanotte
che il vento bussava sui vetri
che il cielo rombava al contrario
qualcuno nel buio strillava
la terra tremava
il mio castello ondeggiava e
alla fine crollava
le carte sospese nel vuoto
nell’attimo breve e infinito del mio terremoto
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di valerio ceccaPrecedente di valerio cecca >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

valerio cecca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: