Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Umani

Erotismo

paola marchi

Poesia pubblicata il 30/08/2016 | 962 letture

Come la salsedine affogava le mie fradice guance,
i suoi baci annegavano le mie sottili labbra
di un aspro sapore, quella sua saliva gocciolante d'ardore.
Eravamo meduse pulsanti sulla sabbia,
inguainate nella follia del vento,
che ci spingeva lentamente
tra le fauci del giorno,
arma letale per noi amanti notturni.
I nostri volti scarmigliati, bagnati e laceri di baci
si strofinavano avidamente
per inghiottire passione e languore
in quegli ultimi istanti d'amore.
Scalpitavano le onde sugli scogli.
I tuoni ululavano il rimprovero
mentre il fulmine scheggiava i nostri sguardi
per farci piangere.
Soli, nudi, imbrattati di sabbia,
nessuna lacrima, nessun senso di colpa.
Siamo umani, siamo fatti di carne.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di paola marchiPrecedente di paola marchi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

paola marchi

paola marchi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

paola marchi Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: