Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Dolce signora

Riflessioni

cate lenta

Poesia pubblicata il 24/08/2016 | 698 letture

Poter vedere il tuo viso
lontano nel tempo,
se ci sarà un sorriso
come l'hai avuto sempre.

Quando piccina mi abbracciavi
e mi sedevi sulle tue ginocchia,
i capelli mi pettinavi
favole di vita mi raccontavi.

I tuoi sogni di fanciulla
le tue voglie di bellezza,
non vacui pensieri
erano sogni di vita che facevi.

Nulla vedevo dietro le mie spalle
ogni spazzolata che facevi
una lacrima bagnava i miei capelli.

Non sei più fanciulla ora
gli anni son passati,
le mani son tremanti,
trema anche la voce
e tu hai smesso di raccontare
ed io son cresciuta
col tuo insegnamento di vita.

Il pensiero non mi dà pace
resta solo un sussurro di te per me,
mi chino sul tuo viso
per vedere ancora
quei tuoi occhi sereni dolce signora.

Sei stata per me la primavera
mi hai cresciuta col bene di donna,
seppur non eri la mia mamma.

Ora il tempo caparbio scade,
non riesco farmene ragione,
non servono più lacrime
null'altro serve oramai.
Tu sarai felice ora, insieme a lui.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di cate lentaPrecedente di cate lenta >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

cate lenta

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

45 poesie:



La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: