Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Degrado

Riflessioni

Alessandro Borghesi

Poesia pubblicata il 28/12/2015 | 746 letture

Santi da prestazioni
fuori orario imbevuti
a suon di rabbia
maledetti come l’intolleranza
nati in sepoltura
paonazzi e cretini.
Cowboy a colpi di crociate
saccheggiar col fuoco
l’estimata cultura
alle postere generazioni...
senza origini... figli di nessuno.
Perché all’arte del metallo attratti
come le mosche del degrado siamo?
Perché nel nome dei nostri idoli immaginari
diveniamo carnivori col sangue urlante
nel culto della credenza?
Nessun libro insegna a condannare
l’umanità alle guerre per torti o sberleffi
Nessun vecchio razionale dirà mai...
“Le battaglie sono belle da ballare”,
ultimo baluardo di una sana società
il sorridente bambino... estinto
dal nostro individualismo.
Inutili saranno i mea culpa
o menarci di scaricabarili...
Ormai Dio è morto!
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Alessandro BorghesiPrecedente di Alessandro Borghesi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Alessandro Borghesi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

    La sua poesia più letta:

  • Agonia

Pubblica in…




Poesie più recenti: