Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Il Mare del cinismo

Sociale

Michelangelo La Rocca

Poesia pubblicata il 15/09/2015 | 1147 letture

Fugge il migrante,
lascia la sua terra,
vuol dimenticare
la triste guerra,
la fame e la miseria.
Corre il migrante,
cerca pace e libertà,
pane e lavoro.
Duro e faticoso
è il suo cammino
in procellosi mari
su zattere insicure.
Onde assassine
lo spingono
negli abissi marini,
cercava la vita
e trova la morte.
Non un fiore,
non una sepoltura,
la corsa è finita:
che tremenda sciagura!
Innocenti appena nati
rivengono a galla
corpi inanimati.
Dando le loro vite
smuovono le coscienze,
dormienti, assopite.
Chi arriva al porto
pare più fortunato,
s’imbatte in blocchi,
in muri alzati
con tristi e nefandi
fili spinati.
Poi altri mari,
quelli del cinismo,
dell’acqua
senza ossigeno,
dove anneghiamo tutti,
dal primo all’ultimo.
L’umanità è smarrita,
non trova più
le ragioni della sua vita.
Fermati uomo,
sei ancora in tempo!
Ti prego fermati,
sei ad un passo dalla fine!
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Michelangelo La RoccaPrecedente di Michelangelo La Rocca >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Michelangelo La Rocca

Michelangelo La Rocca

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

59 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Michelangelo La Rocca Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: