Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Sono come

Introspezione

Vincenzo Strani

Poesia pubblicata il 18/08/2015 | 595 letture

Non riesco più a trovare
un angolo di pace,
dove far distendere
tutta la rabbia,
e il peso degli anni,
trascorsi sempre
con i pugni chiusi,
come a voler colpire
con veemenza,
chi si è interposto
ai sogni e ai desideri.
Sono come un albero
in salute,
che si porta dietro
grosse ferite,
perché ogni albero
in salute,
ha grosse ferite,
sono come il più grande
e maestoso dei monti,
che presenta pareti
con gigantesche crepe,
perché ogni maestoso monte,
ha delle pareti,
con gigantesche crepe,
e sono come
il più perfetto degli uomini,
con difetti e antinomie,
perché anche il più
perfetto tra gli uomini,
ha difetti e antinomie.
Molte pagine bianche,
sono da scrivere ancora
sul libro della vita,
e sono certo,
che saranno la prosecuzione
delle prime,
perché questo è il ruolo
del tempo,
che mi è stato concesso
recitare,
e mi dispererò del fatto,
che mi è toccata
la più brutta parte.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Vincenzo StraniPrecedente di Vincenzo Strani >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Vincenzo Strani

Vincenzo Strani

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

48 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Vincenzo Strani Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: