Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Madre mia (Amore smisurato)

Amore

Bruno Leopardi

Poesia pubblicata il 14/04/2012 | 2795 letture

Parlami di te, della tua vita
parlami dei tuoi tesori
con la delicatezza infinita
dei tuoi piccoli occhi scuri.

Io ascolterò parola per parola
e farò mio il tuo sguardo
di madre che consola.

E dopo chiuderai
le ciglia sulla notte
ed attraverserai
le strade della tua vita,
laddove senza riserve
desti per il tuo amato,
fino all’ultimo sangue,
strappato alle tue dita.

Ricostruirai
le immagini del tempo
e davanti agli occhi tuoi,
tutto in un momento:
il tempo con tuo padre,
i tuoi capelli al vento
il primo bacio dato,
un tuo grande rimpianto.

E poi ti troverai
a rivedere un figlio
quello che è ancora
il tuo pensiero forte,
lui, che nella vita sua
trovava in te un appiglio
in te, che eri
il suo suono, la sua sorte.

E fermerai
la tua memoria ad ieri
quando con me bambino
pochi giochi facevi
per il tuo impegno
greve a tirare avanti
senza pensarti mai
e senza mai lamenti.

Io coglierò una rosa rossa
e nelle mani tue la poserò,
poi li, nella stanza dei ricordi
insieme a te la vita, intreccerò.

Sarò per te di nuovo,
il bimbo che teneva
il filo della lana
tra le mani sue
per farti
raggomitolare la tua vita.

E poi, percorreremo
insieme io e te,
solo noi due,
l'esistenza nostra
tutta d’amore e amare
e rivedrò
con gli occhi del mio cuore
l'intera tua salita.

E poi, ti ascolterò
parlare di tuo padre
che ancora, dopo tant'anni
è la tua vera fede.

E dopo mi dirai
di quando mi allattavi
o in giro mi portavi:
"...tu, quanto bello che eri"...

Madre mia,
piccoli occhi scuri
ormai quasi spenti
che mentre parli, i tuoi pensieri
inciampano tra i denti...

Madre mia,
il tempo della tua vita
per te spesso è stato tempesta,
eppure il tuo sorriso
non è mai mancato
per le mie certezze:
quercia forte che
il vento non la sposta,
e alito di fiato, le tue carezze.

Madre mia,
io sto con te,
tutto il tempo che posso
perché quando più non sarai,
mi rimarrà solo il rimorso
di averti avuta poco...
ma nonostante questo
è sempre poco,
il tempo che ti abbraccio
e che con te "gioco"...

E ascolterò di te
parola per parola
e farò mio il tuo sguardo
di madre che consola
e lascia senza fiato.

A te, con un Amore smisurato...

Nota dell'autore:

«Mia madre mi ha cresciuto a dire no alle ingiustizie, a togliermi il cappello davanti ad un uccellino morto, a solidarizzare con i deboli.
E a dare senza pretendere, Amore e ancora Amore.
Madre che ha vissuto senza mai un lamento, e combattuto come tigre per un figlio che non sentiva e non sapeva parlare e che con gli occhi la chiamava.
.
Madre mia, Amore smisurato...
Tu da donna mi ha insegnato che è sempre poco, l'Amore (che io ho dato).
»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Bruno LeopardiPrecedente di Bruno Leopardi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Bruno Leopardi

Bruno Leopardi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

136 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Bruno Leopardi Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: